M° Loris Noro

Vai a lista attività

L'esperienza del M° Loris Noro maturata sin dal 1978 si è sviluppata in vari ambiti...

Karatè tradizionale

Inizia nel 1978 praticando lo stile Wado Ryu con il M° Roberto Ruberti. Continua lo studio dello stile Shotokan sotto la guida del M° Giuseppe Formenton (uno dei maestri che ha lasciato una forte traccia sul suo modo di combattere ed insegnare), con il quale conosce alcuni tra i più importanti maestri giapponesi, Shirai, Kase, Enoeda, Oishi, Nishjama. Dal M° Formenton acquisisce soprattutto i principi fondamentali del combattimento. Nel 1987 fonda l'associazione sportiva "Centro Studi Karatè Shotokan Majano", che raggiunge un cospicuo numero di iscritti e di cinture nere, associazione che attualmente è gestita con successo da un suo allievo Gabriele Pascoli. Nel 2000 abbandona lo studio e l'insegnamento del karatè, mantenendone i principi utili nel suo modo di combattere e nella sua didattica.

Grado e qualifiche conseguite:

  • Istruttore nel 1987
  • 3° Dan nel 1994 FIKTA

Kali Filippino Escrima e discipline affini

Nel 1993 conosce il M° Maurizio Maltese durante uno stage di Kali Filippino. Rimane impressionato dall'ecletticità dell'arte e rimane sconcertato nel rendersi conto dell'efficacia dell'uso del coltello. Il principio con cui il M° Maltese presenta il Kali Filippino, "conoscere un sistema per potersene difendere" lo affascina. Piace molto anche l'apertura mentale nel cercare di individuare i lati positivi di ogni sistema o arte marziale, tralasciando le sterili critiche su quelli negativi. Partecipa al primo corso istruttori in Friuli Venezia Giulia e nel 1996 ottiene la qualifica in seno all'A.K.E.A. Assieme all'amico Luigino Codutti, fonda nel 1996 l'associazione "Kali Filippino Friuli". Nel 1998 organizza un primo corso triennale per istruttori e successivamente un'altro, facendo del Friuli Venezia Giulia una delle regioni a maggior numero di centri ISAM, l'associazione con a capo il Prof. Maurizio Maltese che di seguito diventa FISAM.

Ha collaborato con il Prof. Maltese alla realizzazione del programma tecnico FISAM per il settore Kali Filippino. Organizza corsi per istruttori di Close Combat e Scherma di coltello knife Fighting tutti tenuti dal capo scuola Prof. Maltese.

Ha avuto modo di allenarsi occasionalmente con vari maestri di fama internazionale, Dan Inosanto, Bob Breen, Nino Pila, Bram Frank, Cass Magda, Frank Cucci.

Attualmente insegna agli istruttori i programma FISAM del Prof. Maltese presso la sua palestra, tiene i corsi periodici di aggiornamento istruttori del triveneto, tiene anche stage presso le varie palestre che lo contattano e lezioni private pre esame nei vari settori in cui è qualificato.

Grado e qualifiche conseguite:

  • Istruttore 2° liv. sup. Kali Filippino nel 2002
  • Maestro di Scherma di coltello Knife Fighting nel 2005
  • Maestro di Maltese's Close Combat nel 2007
  • Istruttore S. I. A. (Sistema Integrato di Autodifesa) nel 2010
  • Responsabile tecnico FISAM nei settori UN.C.L.E..

Progetto UN.C.L.E.

Nel 1997 collabora con il Prof. Maltese, ideatore del progetto UN.C.L.E. nella realizzazione del programma, occupandosi della parte inerente alle procedure operative.

Cerca contatti con appartenenti a Forze dell'ordine anche stranieri per confronto, ricerca materiale d'archivio per poter evidenziare i modelli di aggressione che più soventemente devono affrontare i tutori dell'ordine. Effettua test su buffetterie e presidi vari, (fondine, manette, tonfa, sfollagente, bastoni estensibili) che mette a disposizione delle amministrazioni che lo richiedono.

Per arricchire e completare la conoscenza in tutte le problematiche delle forze di polizia, partecipa a corsi di tiro operativo per forze dell'ordine tenuti da vari istruttori qualificati.

Nel 2006 ha preparato i candidati a sostenere l'esame di istruttore del Progetto UN.C.L.E. tenuto in seno alla FISAM.

Nel 2007 dirige un corso di formazione su "uso della mazzetta di segnalazione" alla Polizia Locale del Comune di Pordenone.

Nel 2009 dirige un corso del Progetto UN.C.L.E. organizzato dal sindacato di Polizia UGL Polizia di Stato.

Nel 2010, per conto del suo Ente di appartenenza, la Provincia di Pordenone, dirige la sezione della difesa personale per il corso rivolto agli Osservatori Volontari.

Nel 2011 per conto della Hypo Alpe Adria Bank, tiene una lezione sulla "gestione dello stress durante le rapine".

Attualmente insegna in forma privata a vari appartenenti alle forze dell'ordine presso la sua palestra, tiene corsi per le amministrazioni che lo richiedono, prepara gli aspiranti istruttori per l'esame.

Grado e qualifiche conseguite:

  • Istruttore del Progetto UN.C.L.E.
  • Responsabile tecnico del Progetto UN.C.L.E.

Police Combat :

Nel 2010 insieme a Giovanni Battista Prosperini e l'Istruttore Maurizio Petrucci, fonda l'A. S. D. Police Combat Academy, con lo scopo principale di divulgare e implementare le discipline da combattimento che più si avvicinano ad un utilizzo professionale, come il Progetto UN.C.L.E.

Nel 2011 prepara i programmi tecnici per un nuovo sistema di formazione professionale per gli addetti alla sicurezza pubblica e privata, il Police Combat.

11 ottobre 2011, su sua richiesta, lo CSEN Centro Sportivo Educativo Nazionale apre il settore Police Combat, dando a lui l'incarico di Responsabile Tecnico Nazionale.

Nel 2016 non riconoscendosi più negli scopi dalla A. S. D. Police Combat Academy, dimettendosi dalla stessa, insieme agli Istruttori, Maurizio Petrucci, Vanessa Railz, Francesco Giosuè e Manuela Odorico, fonda l' A. S. D. Wolf Trainers Department, perseguendo principalmente gli scopi a lui cari della formazione professionale alle tecniche operative e difesa personale.

Nel 2010 dirige un corso rivolto agli appartenenti alle Forze dell'ordine su "Uso corretto dello sfollagente nelle azioni di Polizia".

Nel 2011 dirige l'aggiornamento tecnico in Tecniche Operative alla Questura di Udine.

Nel 2011 dirige un corso rivolto agli appartenenti alle Forze dell'ordine su"Uso corretto del tonfa nelle azioni di Polizia".

Nel 2011 dirige una dimostrazione di Police Combat, rivolta agli Istruttori di difesa personale della Polizia di Stato della Questura di Gorizia.

Nel 2013 in collaborazione con il Sindacato SAP della Polizia di Stato, dirige uno stage presso la scuola allievi della Polizia di Stato di Trieste sullo uso delle manette, denominato "Manette uno strumento spesso sconosciuto".

Grado e qualifiche conseguite:

  • Maestro di Police Combat.
  • Responsabile Tecnico Nazionale CSEN.

Attività svolte: